Ancora sulla legittima difesa

Recenti sparatorie nel corso di rapine a mano armata  in giro per l’Italia (e gli Stati Uniti) continuano ad alimentare il dibattito mai sopito e sempre attuale circa il diritto di difendersi da aggressori con ogni mezzo soprattutto in Italia dove prevale nei più la sensazione che la scriminante sia fortemente sbilanciata a favore di chi delinque. Niente però sembra aver turbato di più il grande pubblico che la recente sparatoria avventua all’interno di un picccolo bar in un piccolo paese del bolognese di nome “Budrio”, famosa per le sue ocarine.

Qui il rapinatore, pare un ex-militare delle forze speciali di un paese dell’est europa, di nome Igor, sia entrato nel bar brandendo un fucile. Il proprietario, un certo Davide Fabbri di anni 52, gli è istintivamente saltato addosso nel tentativo di disarmarlo. Nella colluttazione, il Fabbri ha avuto la peggio, prendendosi un colpo al collo che lo ha ucciso quasi subito. Nella fretta di uscire dal bar il rapinatore dimentica il fucile di cui si rammenta poco dopo, tornando sui suoi passi per riprenderselo, incurante delle persone dentro e fuori dal bar o della polizia. Dov’era la polizia, chiedete? E’ arrivata dopo che l’assassino era fuggito. Questa volta, però, qualche alto papavero si è deciso a sguinzagliare le “teste di cuoi” nel tentativo di trovarlo e fermarlo prima che faccia altro danno. Come altri criminali d’importazione anche il nostro Igor era stato dentro e fuori dalle patrie galere. Più fuori che dentro evidentemente, tanto che decise di mettere radici anche lui nel Bel Paese. L’Italia non sa come attirare investitori esteri, ma sa bene come attirare la sua fetta di delinquenti. Perché no, i soldi sono buoni, i rischi praticamente inesistenti.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s