Lettera aperta al Presidente del Consiglio

Mentre lei si sta arrabattando per far avere aiuti economici  urgenti a imprenditori e partite IVA colpiti nel borsellino dagli effetti negativi del Corona Virus, stamattina ho ricevuto una mail dal Department of the Treasury statunitense con incluso un assegno a nome dell’altro mio Presidente, Donald J. Trump, per US $ 1.200,00 come contributo americano all’attuale crisi pandemica. La lettera contenente l’assegno ha viaggiato per posta ordinaria dagli uffici del Tesoro Americano di Philadelphia, Pennsylvania alla residenza del sottoscritto qui a Modena. Nessuna lettera d’accompagnamento o altra forma che segnali l’esistenza di un qualche burocrate, ma un semplice assegno nudo e crudo infilato in una busta praticamente anonima indirizzata al sottoscritto punto e a capo.

Perché lo racconto? Ma, mi sembra evidente. Perché vorrei che il mio caro Presidente Giuseppe Conte, insieme a tutti coloro che credono di essere chissà chi solo perché siedono su una qualche poltrona in giacca e cravatta, facessero cose altrettanto semplici e veloci.

L’assegno costituisce l’aiuto economico del Presidente Donald J. Trump ai cittadini americani residenti o non residenti perché in America la cittadinanza è considerato un valore che comporta diritti e doveri, come quello relativo alla denuncia dei redditi ovunque nel mondo percepiti ed alla relativa tassazione se ed in quanto dovuta..

E da Americano, ho voluto ringraziare pubblicamente il Presidente Trump sia in inglese che in italiano da buon cittadino FATCA quale sono. Incoraggio il Capo del Governo ad emulare il Presidente Trump e dimostrare agli amici dell’Italia nel mondo e nella UE che gli italiani sono capaci di fare le cose bene ed in fretta tanto quanto gli altri.

Per i San Tommaso fra voi, ecco una copia dell’assegno ricevuto ieri dal Ministero del Tesoro Americano:

IMG_0004-e1589968373766.jpg (3507×2480)

Advertisements

Leave a Reply